da: www.unabasesicura.it

Un contributo alla diffusione della teoria dell'attaccamento
nella clinica psicologica e neuro-psichiatrica infantile

unabasesicura.it
coffy
visitatori dal gennaio 2011

il Coffy Test

Novità: Poznan (Polonia) - Fundacja Przyjaciele Martynki - Videoconferenza: Attaccamento e Coffy Test.
In questo sito: note sulla tutela sociale dei minori, un'introduzione alla teoria dell'attaccamento,
e - in particolare - la sperimentazione di un nuovo test proiettivo per bambini.
Gli occhi dei bambini
sono oceani di sogni
cavalcano orizzonti
scalano cieli
e non hanno confini
gli occhi dei bambini.
Ti guardano dentro
oltre il reticolato dei pensieri
il loro sguardo
scompagina la trama
frammenta il tuo specchio
e ti svela il muto inganno del tempo
e della vita.
(luciano d'agostino)




Note sulla Tutele dei Minori:
I concetti elaborati da Bowlby e dagli altri autori della "teoria dell'attaccamento", sebbene ancora relativamente poco utilizzati nell'attività clinica, possono essere molto utili per una migliore comprensione della relazione genitori/figli e, in particolare, dei meccanismi che influenzano lo sviluppo psichico ed intervengono nella genesi dei disturbi psichici.
La teoria dell'Attaccamento:
Funzionamento mentale e cerebrale:
Letture:
e ancora:
Nei servizi di psicologia e neuro-psichiatria dell’età evolutiva sono ancora diffuse tecniche proiettive, quali le favole della Duss, C.A.T., Blacky Pictures, Patte Noire, ecc., utilizzate allo scopo di acquisire una conoscenza del quadro psichico generale, sebbene queste metodiche siano prive di validazione statistico-scientifica e, come tali, da anni abbandonate dagli ambienti di ricerca.
Inoltre queste tecniche proiettive (che risalgono agli anni ‘50-’60) sono basate sulla teoria freudiana classica (quindi su una concezione del bambino quale soggetto teso a soddisfare pulsioni o ridurre tensioni) e poco si adattano a concezioni più moderne (di un soggetto tendente a relazionarsi con gli adulti), avanzate dalle teorie psicoanalitiche delle relazioni oggettuali e dalla teoria dell’attaccamento.
Da qui l’idea di costruire un nuovo test proiettivo per studiare le rappresentazioni mentali che il bambino ha delle sue relazioni con i genitori, superando entrambi i limiti di queste metodiche: il quadro teorico superato e l’assenza di validazione statistica, ma mantenendo la semplicità e la rapidità d’uso, compatibili con l’attività clinica.
Il Coffy Test:




sitemap